Lusciano

                                

 

 

L’AMMINISTRAZIONE   COMUNALE

 

 

 

  

 

Cari concittadini,

ho il piacere di presentarvi questo nuovo servizio per la nostra comunità. Si tratta del primo Notiziario comu- nale, una rivista e uno strumento utile per dia- logare con i cittadini, per condividere traguardi ed obiettivi futuri da far crescere insieme: servizi sempre più efficienti, opportunità di sviluppo, benessere, sicurezza e cultura. Vi terrà informati su tutto quello che accade all’interno della mac- china comunale. Non solo.

La rivista cercherà di uscire fuori dal Palazzo per raccontare progetti ed iniziative che mettono in  campo le due Pro Loco, le associazioni culturali, sportive e ludiche del territorio, e quelle che operano nel campo del volontariato,  dell’accoglienza e della   solidarietà. Per ora il Notiziario lo potrete scaricare dal sito istituzionale del Comune ma in futuro abbiamo in animo di stampare anche una copia cartacea da distribuire        gratui tamente a tutte le famiglie della nostra comunità. Insomma, sarà un modo per essere aggiornati sulla vita amministrativa ma anche per poter interagire e sentirsi più vicini alle istituzioni.

In questi primi mesi del mio secondo man- dato elettorale, stiamo dando fondo a tutte quelle iniziative già programmate e messe in cantiere nella scorsa consiliatura ma non ancora portate a termine. Al di là dei provvedimenti presi e delle singole iniziative messe in campo, peraltro significative, è il metodo che guida la nostra azione a contraddistin- guerci. Ed è basato su principi ben definiti: il senso civico, il dialogo e il confronto con i cittadini,  la  capacità  di ascolto e il tentativo di risolvere le problematiche sollevate, dalle più semplici a quelle più complesse. Il nostro impegno è quello di portare avanti ideali, ma essere anche concreti. Riuscire ad essere una Comunità unita, solidale, che si sostie- ne, è un elemento fondamentale per affrontare il futuro.Questa Amministrazione è composta da cittadini fermamente convinti che dall’impegno individuale possano nascere grandi cose. Donne e uomini animati di grande volontà messa al servizio della comunità, con dei principi sani primo fra tutti quello di appartenenza: la città è di tutti e tutti devono essere consapevoli e protagonisti nel gestirla al meglio. Buona lettura!

 

Nicola Esposito Sindaco di Lusciano

IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA LE LINEE PROGRAMMATICHE

 

 

Palazzo Ducale sede del Consiglio Comunale

 

Il sindaco Nicola Esposito ha presentato il piano nel corso dell’ultimo Consiglio comunale. Nel programma si dà grande rile- vanza alla tutela dell’ambiente e al controllo del territorio. «Innanzitutto – ha affermato il primo cittadino – vogliamo portare a termine quanto iniziato nello scorso quinquennio, e soprattutto in tema ambientale debellare definitivamente il fenomeno dell’abbandono incontrollato dei rifiuti urbani e industriali, attraverso l’elaborazione di una cartografia di riferimento, nella quale vengano evidenziate le aree sensibili all’abbandono dei rifiuti che dovranno essere poi oggetto di riqualificazione; ma anche con l’ausilio di un sistema integrato di telecamere per videosorvegliare le aree maggiormente a rischio». Il sindaco Esposito fa molto affidamento anche sulla raccolta differenziata. «Un ulteriore miglioramento della raccolta differenziata – ha ricordato – (attualmente attestata intorno al 65%) porterà solo vantaggi alla comunità: riducendo al massimo i costi generali del servizio di raccolta e smaltimento al fine di ottenere un risparmio apprezzabile in bolletta dalle singole famiglie. Stiamo studiando anche una serie di incentivi derivanti dalla commercializzazione del prodotto differenziato attraverso l’emissione di voucher spendibili presso le attività commerciali presenti sul territorio». La pianificazione urbanistica del territorio passa necessariamente con l’approvazione del Piano urbanistico comunale, uno strumento indispensabile per la crescita e lo sviluppo dell’economia locale. «Per rivitalizzare il centro storico – ha detto Esposito – abbiamo previsto una stra- tegia di sgravi speciali sul contributo di costruzione per chi dimostrerà che l’attività edilizia che si vuole intra- prendere è volta alla ripopolazione e indirettamente alla ripresa economica e sociale del nostro centro storico. E ancora strategie di diradamento del centro storico attraverso incentivazioni volumetriche previste dal Puc al fine di ricavare all’interno del tessuto storicizzato aree utilizzabili per la realizzazione di servizi di pubblica utilità. E infine il Piano di insediamento produt- tivo e la sua definitiva attuazione, par- tendo dal Pip di via 11 Settembre per poi arrivare a quello di viale della Libertà in modo da rilanciare l’economia locale nel settore produttivo, artigianale e commerciale».

 

PERSONALE, APPROVATO IL PIANO TRIENNALE

Previste dodici nuove assunzioni con vari profili professionali e la stabilizzazione di tre addetti ai lavori socialmente utili. Ecco tutti i posti settore per settore: Ufficio tecnico due architetti o ingegneri e due geometra per i quali ci sarà un concorso pubblico, così come per la Polizia locale che avrà in organico un dirigente e due vigili urbani e per i cinque istruttori amministrativi da destinare ad altri settori in primis Ragioneria e Tributi/Suap. La riorganizzazione della macchina comunale si era resa indispensabile dopo lo svuotamento degli uffici comunali, infatti, tra lo scorso an-

no e il 2019 saranno collocati a riposo quindici dipendenti comunali. Alla fine del triennio, la dotazione organica a regi- me dovrebbe raggiungere (in questi casi il condizionale è d’obbligo) quota 80 dipendenti comunali così suddivisi: dodici di categoria A, tredici di categoria B, trentotto di categoria C, quindici di categoria D e due di D3. Soddisfatto il sindaco Nicola Esposito. «Dallo studio fatto per categorie – spiega – sono diversi i posti vacanti a tempo pieno, dopo il pensionamento per raggiunti limiti di età di alcuni dipendenti comunali. Naturalmente, è un calcolo sottodimensionato rispetto alla popolazione in quanto il personale comunale dovrebbe essere di gran lunga superiore. Abbiamo fatto tutto quanto era possibile fare, contenendo la spesa (da 350 a 310 mila euro) e riuscendo anche a stabilizzare tre lavoratori impegnati in attività socialmente utili: un messo comunale, un autista scuolabus e una cuoca per la mensa della scuola dell’Infanzia».

La giovane Ilenia con il Sindaco, il capogruppo della maggioranza Renato Mottola, e il consigliere Claudio Grimaldi

Il sindaco Nicola Esposito ha premiato, presso il Palazzo di cit- tà, la giovane Ilenia Prisco, luscianese di 24 anni, laureata con 110 e lode in Scienze Politiche e laureanda in International Relations all’università degli studi Federico II di Napoli. La Prisco ha ricevuto, presso la Camera dei Deputati, il premio desti- nato a giovani laureati meritevoli, selezionati dalla Fondazione Italia-Usa che, tra i neo laureati, hanno ottenuto il massimo dei voti. La Fondazione Italia-USA nata per testimoniare l’amicizia tra gli italiani e il popolo americano: da tempo Italia e Stati Uniti si scambiano cultura, beni materiali, influenze e tradizio- ni. Ai neo dottori è stato, inoltre, regalato un master del valore di quattro mila euro in Marketing, Comunicazione e Made in Italy, tenuto dall’ex ministro dell’Istruzione Stefania Giannini. Si tratta di un percorso formativo altamente qualificato, con testimonianze di importanti professionisti e membri delle più alte istituzioni.

ANZIANI E VOUCHER FARMACEUTICI

Maria Consiglia Conte
Vicesindaco e Assessore alle
Politiche Sociali

Anziani non più soli, soprattutto quelli non autosufficienti. Il servizio, varato dall’Ambito C7 che comprende i comuni di Lusciano (capofila),

Casal di Principe, Casapesenna, Frignano, Parete, San Cipriano d’Aversa, San Marcellino, Trentola Ducenta, Villa di Briano, Villa Literno, sarà erogato dall’A.T.I. costituita tra la cooperativa sociale Nuova S.a.i.r. e il Consorzio Confini., ed è rivolto agli anziani over 65, residenti nei Comuni dell’Ambito in particolare quelli senza supporto familiare. Insom- ma, «un patto di solidarietà» per la salute nella terza età e per avvicinare gli anziani ad approfondire temi relativi a sicurezza e vita in serenità.

«Il problema nasce con l’avanzare dell’età – spiega il vicesindaco Conte – quando cioè, per cause da imputare a malattie cronico- degenerative, strettamente legate alla vecchiaia, l’anziano diventa non autosufficiente, perde la sua qualità di aiutante ed acquisisce lo stato di aiutato. E in questi casi, quando soprattutto non si ha una famiglia di riferimento, iniziano le difficoltà: alla precarietà fisica si aggiunge quella economica – sono molti gli anziani che vivono con un reddito di appena 500 euro al mese -, e l’impossibilità di compiere anche le più semplici operazioni, come fare la spesa o andare alla posta». Ecco gli obiet- tivi del progetto: accrescere l’autonomia degli utenti anziani migliorando la loro vita di relazione favorendo, al contempo, la permanenza nel proprio ambiente familiare e sociale ed il mantenimento delle capacità residue; favorire la responsabilizzazione dei familiari caregiver e della comunità attraverso molteplici iniziative di sensibilizzazione e coinvolgimento sociale; accrescere il benessere e migliorare la qualità della vita delle persone anziane con limitata autonomia con la realizzazione di azioni atte a contrastare e prevenire fenomeni di emarginazione e di isolamento sociale; sostenere familiari e caregivers nella cura ed assistenza della persona anziana non autosufficiente.

 

 _______________________________________________________________

 

 

Arrivati i voucher per il progetto “Prevenzione e cura delle patologie dell’apparato re- spiratorio”. L’iniziativa, promossa dal Consorzio Intercomunale per i Servizi Socio- sanitari, nell’ambito del procedimento di erogazione contributi su specifiche tematiche sociosanitarie, prevede che ogni Regione predisponga e approvi un proprio Piano avente tra gli altri i seguenti obiettivi: ridurre il carico prevedibile ed evitabile di mor- bosità, mortalità e disabilità delle malattie non trasmissibili; prevenire le conseguenze dei disturbi neurosensoriali di alcune malattie neurodegenerative; promuovere il be- nessere; rafforzare le attività di prevenzione in sicurezza alimentare e sanità pubblica. Nei prossimi giorni sarà pubblicato il Bando per poter partecipare all’assegnazione di buoni per spese farmaceutiche a favore di utenti con gravi patologie.

 

 

 

 

Siglato il protocollo d’intesa tra il Comune e il Banco Alimentare Campania, una organizzazione partner capofila del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, autorizzata alla distribuzione dei prodotti alimentari de- stinati agli indigenti. Il progetto è  nato per combattere lo spreco alimentare e sostenere i bisogni delle persone indigenti. Il servizio di sussidio alimentare sarà erogato a duecento nuclei familiari che versano in condizioni economiche disagiate ed avrà un cadenza mensile. L’iniziativa si   inserisce   nell’ambito   del   progetto «Lotta alla povertà», approvato dalla Giunta municipale, su impulso del sindaco Nicola Esposito e dell’assessore alle Politiche sociali Maria Consiglia Conte.

«Il progetto rientra in una logica più generale di sussidio alle famiglie – spiega il vicesindaco Conte – che vivono situazioni di disagio, in particolare tramite l’indivi- duazione dei bisogni reali dei nuclei, soprattutto in un periodo storico socio- economico che ci spinge ad andare oltre l’utenza tradizionale dei servizi sociali. L’intento è quello di prevenire e rimuovere le cause di ordine psicologico, culturale e sociale che possono provocare situazioni di bisogno o fenomeni di emarginazione nell’ambiente di vita, di studio e di lavoro. E sostenere la famiglia, proteggere la maternità e tutelare l’infanzia». L’obiettivo primario della Rete BA è la riduzione dello spreco e della fame secondo il criterio di «Condividere i bisogni per condividere il senso della vita», attraverso il recupero giornaliero di prodotti che, sempre in maggior numero, ortomercati e supermercati decidono di donare i propri prodotti invenduti ma ancora buoni. «Introdurre nell’azione politica – aggiunge il primo cittadino – un criterio di sussidiarietà è ormai la strada vincente non solo per la risposta concreta al bisogno ma anche per la razionalizzazione degli interventi di spesa, ottenendo risultati eccellenti in termini di efficacia ed efficienza della spesa. Attraverso la valorizzazione di un sistema sussidiario, tante persone in grave difficoltà potranno sentire più vicine le istituzioni, spesso lontane dai loro bisogni più semplici e primari».

 

Marco Valentino
Assessore ai lavori pubblici

IL PIANO TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE

Il Piano triennale delle opere pubbliche prevede un inve- stimento di oltre 16 milioni di euro spalmati su tre anni, provenienti per lo più da fondi europei e finanziamenti regionali. Un progetto che dovrebbe cambiare il  volto al popoloso centro alle porte di Aversa. Su tutto due ope- re di notevole impatto am- bientale e sociale: il completamento del secondo lotto della rete fognaria e il Parco della Legalità sui terreni (oltre 5 ettari) confiscati alla criminalità organizzata: spazi ludici e sportivi, orti sociali e, persino, uno spazio riservato ai cani. «Un’area – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Marco Valentino – che diventerà un vero e proprio polmone verde di 54 mila metri quadrati in una zona densamente urbanizza- ta che sarà utilizzata anche dagli abitanti dei comuni limitrofi». Il piano prevede anche altri interventi di riqualificazione urbana e la realizzazione di alcune arterie cittadine e una grande variante di collegamento nei pressi dell’Asse mediano. E ancora il Piano degli insediamenti produttivi: in un’area nei pressi di via XI Settembre, è prevista la realizzazione di un centro multiservizi per rilanciare le attività commerciali. «Nel precedente mandato in tale settore – continua Valentino – l’Amministrazione ha  svolto  un ottimo lavoro completando le opere già iniziate in precedenza, attuando i progetti mai appaltati dalle prece- denti amministrazioni, portando a termine nuovi obiettivi e ottenendo importanti finanziamenti per la realizzazione di opere infrastrutturali di elevata ricaduta sul Territorio comunale . Ecco il piano completo: completamento del progetto della rete fognaria che interessa gran parte del territorio comunale. Una rete stradale che possa migliorare la circolazione veicolare e decongestionare le principali arterie cittadine, come il prolungamento di via delle Margherite. L’Avviamento e il com- pletamento del progetto per la realizzazione di nuovi loculi cimiteriali al fine di rispondere all’ampia do- manda presente sul territorio e non pienamente soddisfatta dai recenti interventi.  Attraverso  l’attuazione di un progetto già finanziato nel corso dello scorso mandato, si prevede di migliorare l’impianto di pubblica illuminazione attraverso l’installazione di corpi illuminanti a LED al fine di conseguire un note- vole risparmio energetico (circa il 60%) e un notevole risparmio (circa il 50%) per le spese di manutenzione; installazione di impianti fotovoltaici a servizio della pubblica illuminazione per abbattere il costo della bolletta con la formula dello scambio sul posto, con la quale si immetterebbe di giorno e si avrebbe il “rimborso” per l’energia consumata di sera.  L’istituzione di un gruppo di professionisti altamente qualificati con il compito di individuare e selezionare forme di finanziamento regionali, nazionali, europee. Tale gruppo costituirà un potente strumento a disposizione dell’Ammini- strazione per la realizzazione degli obiettivi e dei progetti previsti dal programma elettorale e dal Piano triennale delle opere pubbliche. Abbiamo previsto la realizzazione di una piscina comunale, sulle aree di proprietà comunale di via Marconi, al fine di fornire ai cittadini di Lusciano una struttura sportiva che soddisfi la forte domanda presente in tal senso. A completamento degli sforzi già effettuati dall’Amministrazione uscente, che ha acquisito il terreno confiscato alla camorra di via Leopardi , si intende realizzare un grande polmone verde per la città a seguito del completamento delle procedure di bonifica bellica già avviate. Saranno concentrati tutti gli sforzi diplomatici ed economici affinché si concretizzi il progetto condiviso con i comuni limitrofi per l’apertura del muro del Complesso della Maddalena al fine di realizzare una zona parco intercomunale. E infine, la Cappella San Rocco, dopo averla liberata dalle strutture ad essa addossate, si intende attuare un complesso di stra-tegie, che potrebbero anche contemplare la possibilità di acquisizione al patrimonio comunale della cappella, che consentano di restaurare e rido- nare ai cittadini luscianesi la tanto amata Chiesa del Carminiello».

 

 

 Luciano Mariniello
Assessore alle Finanze e
Informatizzazione

 

FISCALITA’, MICROCREDITO E MUNIAPP

Alla luce della forte crisi economica che sta colpendo il nostro Pae- se così come il resto d’Europa, è necessario perseguire una politica che miri all’abbatti- mento della pressione fiscale onde garantire la possibilità di un maggior respiro del cittadino.

Attraverso la lotta all’evasione, già ampiamente perpetrata in questi cinque anni, si prevede un’ottimizzazione della pressione fiscale studiando modalità di attribuzione di premialità per i cittadini più virtuosi.

Stiamo valutando l’idea del progetto Microcredito che prevede l’utilizzo di servizi fi- nanziari, attraverso convenzioni stipulate con Istituti di Credito, a persone prive di ade- guate garanzie economiche.  In  altre  parole un sistema di piccoli prestiti destinati a persone che intendono intraprendere piccole attività imprenditoriali o commerciali o artigianali.

Associando le nuove tecnologie, internet, social network e app su smartphone, si intende instaurare un rapporto interattivo costante con il cittadino che non solo recepisce le informazioni relative all’azione amministrative ma ha la facoltà di segnalare i problemi e commentare le scelte intraprese. Tale metodologia è già stata intrapresa in    maniera embrionale con MUNIAPP al termine dello scorso mandato. Dallo stato embrionale puntiamo adesso  ad una maggiore espansione sia a livello

tecnologico sia di conoscenza dei cittadini e quindi di utilizzo per consentire loro una maggi re e sempre più veloce cono- scenza della vita amministrativa e non solo.

Apre lo sportello informativo comunale per il sostegno all’avvio ed investimento di attività imprenditoriali a favore dei giovani del Mezzogiorno. Si tratta del progetto «Resto al Sud», misure di sostegno alla nascita e alla crescita delle imprese del Sud Italia, uno sportello realizzato in sinergia con l’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili (Odcec) del circondario del Tribunale di Napoli Nord, che nasce come stru- mento di supporto, orientamento, assistenza e consulenza ai potenziali beneficiari. I giovani interessati, ogni mercoledì dalle ore 9 alle ore 13, telefonando alla segreteria del Sindaco (tel. 081-8127935) potranno prenotarsi per avere informazioni dettagliate in materia.

AMBIENTE: VIDEOSORVEGLIANZA

Benito Mottola
Assessore all’Ambiente

 

 Al via il progetto di videosorveglianza, al Comune di Lusciano sono stati assegnati 321 mila euro dal decreto Sicurezza: in provincia di Caserta sarà finanziata l’installazione di impianti di videosorveglianza in 18 Comuni tra quelli che hanno ottenuto il maggior pun- teggio nella graduatoria degli interventi ammissibili, per un importo di 3,6 milioni di euro. Si tratta di un sistema di telecamere di ultima generazione per contrastare lo smaltimento illecito dei rifiuti e il dilagare del fenomeno dei roghi. Le videocamere digitali saranno installate nelle aree (e sono davvero tante) ritenute più a rischio del territorio ma anche il centro storico sarà vigilato dagli occhi elettronici. Si va da via Torre Pacifico, l’arteria della periferia sud della città che, negli scorsi anni, era stata chiusa al traffico autoveicolare per oltre dieci anni proprio a causa dei rifiuti che venivano scaricati in quel luogo in quantità indu- striale; via XI Settembre, alle spalle del cimitero comunale; un’area di sosta dell’asse mediano, in direzione Giugliano, e sotto il cavalcavia di via Scipione. E ancora altre aree finite sotto la lente d’ingrandimento dell’Arpac come Masseria Bassa, il prolungamento di via Pastore, a confine con il comune di Aversa, ed alcune zone rurali tra i comuni di Parete, Giugliano e Aversa; e ancora via Cangemi, l’area confinante con i comuni di Aversa e Trentola Ducenta; l’ultimo tratto di via Miraglia; via Don Milani e l’area adiacente la contrada Gesù e Maria. Il progetto è una sorta di appendice di «Non più roghi a Lusciano»: la Regione Campania, d’intesa con i ministeri dell’Ambiente e dello Sviluppo economico, aveva stanziato fondi (mai arrivati) con la sottoscrizione di un ap- posito accordo di programma quadro che prevedeva il cofinanziamento anche da parte dell’Ente di via Costanzo.

«L’impianto di videosorveglianza – spiega l’assessore Benito Mottola – attraverso la centrale operativa installata presso la Polizia municipale consentirà il pronto intervento delle forze dell’ordine o, nel caso ciò non fosse possibile, la registrazione dell’atto criminoso con l’identificazione dell’esecutore mate- riale. L’obiettivo è quello di rendere queste aree meno aggre- dibili attraverso il controllo e il monitoraggio, realizzando nel contempo interventi per la tutela ambientale. Non solo ma anche per un maggior controllo del centro urbano.

 

 

 

ARRIVA L’ECOMOBILE

La novità dell’’Ecomobile, la stazione per la raccolta eccezionale dei rifiuti differen- ziati. Si tratta di un servizio itinerante, vo- luto dall’amministrazione comunale, che consiste in un furgone attrezzato con nu- merosi contenitori, ciascuno dei quali dedi- cato ad uno specifico rifiuto. «Un servizio – spiega l’assessore all’Ambiente Benito Mottola – inserito in un più ampio contesto di attività di sensibilizzazione ambientale e raccolta eccezionale di rifiuti differenziati, da ausilio ai cittadini per conferire separa- tamente tutti quei rifiuti che, per dimen- sioni o tipologia, non possono essere rac- colti nei contenitori stradali e quindi og- getto di ordinario conferimento. Nella po- stazione mobile della Dhi i cittadini po- tranno consegnare carta e cartone, plastica e lattine, vetro, pile e batterie, farmaci sca- duti e Raee (rifiuti di apparecchiature elet- triche ed elettroniche, ndr)». Infatti l’am- ministrazione comunale ha da tempo av- viato su tutto il territorio comunale i con- trolli presso le utenze domestiche e com- merciali. E ha messo in campo una serie di correttivi all’attuale servizio del «porta a porta» e una nuova campagna info- educativa a partire dalla scuola dell’Infanzia.

Nonostante la raccolta diffe- renziata, secondo i dati del Comune, si sia attestata intorno al 65 per cento, si vuole fare ancora meglio per contrastare il primato dei Comuni limitrofi (Parete e Trento- la Ducenta) entrati nella top ten dei «Comuni Ricicloni» della Campania. «Siamo passati – afferma soddisfatto Mottola – da un insignificante 10 per cento della raccolta all’attuale 65%. La gestione virtuosa del ciclo dei rifiuti migliora non solo la qualità ambientale ma apre anche nuove strade a vere e proprie filiere industriali e potrebbe migliorare i bilanci delle famiglie, soprattutto se la tassa sui rifiuti fosse modulata per premiare chi fa buona raccolta differenziata. Per questo chiediamo massi- ma collaborazione alla cittadinanza anche nel denunciare chi continua a sversare illegalmente i rifiuti».

 

 Luisa Mottola Assessore
alla Pubblica Istruzione

 

 

LE NUOVE INIZIATIVE IN AMBITO SCOLASTICO

 

La Scuola rappresenta il banco di miglioramento delle nuove generazioni e pertanto, oltre a garantire il funzionamento delle istituzioni scolastiche, così come già egregiamente fatto nello scorso mandato, è necessario incre- mentare l’offerta formativa, puntando all’accoglimento di nuove realtà scolastiche di grado superiore, e creare momenti culturali che coinvolgano varie fasce di età. Pertanto, è necessario continuare a difendere il diritto allo studio (trasporto scolastico, mense, libri di testo, integrazione) e promuovere la cittadinanza con- sapevole, la forma- zione  interculturale, ambientale, alla salute, alla sicurezza; incentivare le attività di orientamento scolastico, le attività sportive e culturali legate ai percorsi extradidattici, ampliando i progetti scolastici legati a teatro, musica, lettura, attività interculturali, educazione ambientale; garantire l’organizzazione e il buon funzionamento dei Servizi legati all’extra-scuola pomeridiane sia dal punto di vista educativo che  quello  ginnico-ricreativo; programmare attività didattiche, educative e di intrattenimento per bambini in età prescolare finalizzate a incrementare un percorso virtuoso che, associando il gioco alla cultura, porti a sviluppare propensione e interesse nei confronti dello studio. Si ritiene fondamentale riuscire a compiere un salto di qualità per elevare il livello scolastico e culturale della società luscianese offrendo attività culturali in grado di coinvolgere tutti anche quelle fasce sociali che tendenzialmente fuggono dalla vita culturale.

 

 

Raffaele Esposito Consigliere
delegato alla Cultura, Sport
e Spettacolo

PROGETTI PER LA CULTURA E LO SPETTACOLO

Dopo il notevole successo di “Raccontiamoci…il Natale”, la rassegna natalizia giunta alla dodicesima edizione, abbiamo in cantiere un progetto per realizzare e promuovere altri eventi culturali di rilevanza regionale e nazionale nell’ambito musicale, letterale, teatrale e sportivo, creando così le condizioni di formazione crescita e visibilità agli artisti del no- stro territorio. Nell’ambito culturale c’è il progetto di potenziare i servizi e dare una nuova collocazione alla Biblioteca Comunale, attualmente ubicata presso il Palazzo di città. Realizzare nuovi spazi per i giovani e un Centro socio-culturale polivalente che sia non solo luogo d’in- contro ma anche luogo per confrontarsi e scambiare idee e progetti. Un Centro di aggregazione in grado di rappresentare un punto di incontro sociale, culturale ed educativo con lo scopo di allontanare i giovani da contesti sterili e contro- producenti che possano rappresentare un rischio per il loro futuro. E ancora attività fina- lizzate all’educazione civica dei ragazzi in collaborazione con le istituzioni scolastiche, enti socio-culturali e associazioni operanti sul territorio, fondamentale per la formazio- ne di una coscienza civile.

 

Claudio Grimaldi Consigliere delegato ai LSU

STABILIZZATI GLI ADDETTI LSU DELLA MENSA

Abbiamo riservato soprattutto massima attenzione verso il personale addetto ai Lavori socialmente utili , con la valutazione e la possibilità di attivare la procedura per la stabilizzazione progressiva nel rispetto delle leggi. Per quest’anno abbiamo  iniziato  stabilizzando tre Lsu: un messo comunale, un autista di scuolabus e una cuoca per il nostro Centro di produzione pasti presso la scuola dell’Infanzia di via della Resistenza. Una riorganizzazione necessaria ed opportuna della macchina comunale, considerato la fuoriuscita dal lavoro per raggiunti limiti di età di diversi dipendenti comunali che proseguirà nel corso dei prossimi cinque anni.-

 

 

A LUSCIANO LA SECONDA TAPPA DEL CAMPIONATO NAZIONALE DI BILIARDO

Si è tenuta a Lusciano la seconda tappa del Campionato nazionale di biliardo. La Fibis, Federazione italiana biliardo sportivo, ha scelto il popoloso centro dell’Agro aversano, quale sede per il circuito previsto in cinque tappe. Requisiti ben tre hotel tra Aversa e Lusciano per accogliere i circa 900 atleti provenienti da ogni parte del Belpaese che si daranno battaglia nel Palabiliardo allestito presso la palestra della scuola elementare di via della Resistenza. «Quest’anno la Federazione – afferma soddisfatto Giuseppe Porto, presidente del Palabiliardo Campania – ha scelto la nostra associazione per organizzare la seconda tappa della campionato nazionale. Abbiamo avuto l’onore e l’onere ma questo è potuto accadere solo grazie al Comune di Lusciano che ha patrocinato l’evento e ha messo a disposizione dei giocatori dei 5 birilli, la palestra della scuola dove sono stati montati più di dodici tavoli da gioco e allestito un «biliardo televisivo» (le gior- nate conclusive del torneo sono state trasmesse in diretta da Rai Sport e in diretta streaming sul canale della Fibis)». Una disciplina sportiva in forte crescita e del resto i numeri del CONI par- lano chiaro: la Fibis è al secondo posto per numeri di atleti tesserati alle spalle della 

 

Federazione Italiana Dama. Il gioco dei 5 birilli è la più nota tra le specialità di biliardo all’italiana. La diffusione sul territorio nazionale è pressoché totale, e i tesserati per questa specialità rappresentano il 70 per cento del totale. Grande è stata l’attesa per l’evento sportivo, lo testimonia il sindaco Nicola Esposito. «Siamo onorati – ha commentato – della scelta caduta sulla nostra città, natu- ralmente grazie all’associazione sportiva Palabiliardo Campania, e orgogliosi di poter ospitare un avvenimento sportivo così importante. E grazie alle telecamere della Rai abbiamo fatto cono- scere la nostra cittadina all’Italia intera. Per noi lo sport è fondamentale per la crescita dei giova- ni e ci stiamo impegnando non poco a realizzare nuovi impianti (prossima l’apertura di una ten- sostruttura) dove praticare lo    sport a tutti i livelli». Ma ecco i primi quattro classificati del 20esimo Campionato Italiano Professionista 2018-2019 : 1° classificato Daniel Lopez, a seguire Antonio La Manna, Matteo Gualemi e Santi Caratozzolo.